Corporea

Mente e corpo

Da alcuni anni organizziamo un convegno tra psicologi, psicoterapeuti e altre professionalità che lavorano col corpo e sul corpo.

Il convegno strutturato come incontri di condivisione esperienziale, nasce come gruppo di psicologi che si sono incontrati per discutere e fare esperienza di tecniche di lavoro psicologiche e corporea.

“Corporea” è stata ospitata nel  2010 nelle sale dell’Ordine degli psicologi della Liguria,  successivamente abbiamo periodicamente organizzato il convegno “Corporea” con l’obiettivo di confrontarci tra professionisti che utilizzano il corpo nel loro lavoro.
Il numero degli psicologi e psicoterapeuti coinvolti è aumentato di anno in anno cercando di creare uno spazio di esperienza e riflessione sulla relazione corpomente.

Ne sono nate collaborazioni, ricerche e scambi sul tema tutt’oggi molto attive.

“Corporea 2017” vuole essere un momento di uscita all’esterno del lavoro svolto in questi anni, mantenendo la qualità di momento in cui fare esperienza del lavoro corporeo e psicologico.

 

Corporea 2017
Corpo, mente e relazione: integrazione interdisciplinare verso la consapevolezza di sè

Corporea 2017 si svolgerà a Novembre a Genova e sarà preceduto da un incontro a febbraio (18-19 febbraio 2017) con un numero ridotto di colleghi di area corporea per scegliere il taglio da dare e il programma del convegno di novembre 2017.

 

Corporea febbraio 2017

Corpo, mente e relazione: integrazione interdisciplinare verso la consapevolezza di sè

sabato 18 e domenica 19 febbraio

 

dove:
Orientamenti a est
Il sogno di Lao
Piazza Cattaneo 26/13
Genova

orario:
sabato 18 febbraio ore 14 – 20
domenica 19 febbraio ore 9 – 20

Progamma

sabato 18 febbraio

14,00 – 14,30 presentazione
14,30 – 16  “Lavorare col corpo e sul corpo” con Marco Arscone (psicologo, psicoterapeuta, analista funzionale)
16 – 16,15 pausa
16,15- 17,45  “Meditazione seduta: corpo, respiro, suoni, pensieri” con Cinzia Termi (psicologa, psicoterapeuta, insegnante yoga)
17,45 – 18 pausa
18 – 19,30  “Counseling in acqua” con Rossella Pisano (counselor somatorelazionale IPSO, allenatrice di nuoto FIN, ideatrice del metodo Corpoacqueo)
19.30 – 20 conclusione giornata

domenica 19 febbraio

9 – 9,30 introduzione 2° giornata
9,30 – 11   “Consapevolezza nel corpo cosciente in ascolto del suo manifestarsi” con Mara Altamura (osteopata)
11 – 11,15  pausa
11.15 – 12.45   “Verso una comunione del movimento tra terra e cielo” con Anna Dego (attrice-danzatrice), Chiara Giudici (psicologa psicoterapeuta bioenergetica), Cristina Radif (psicologa psicoterapeuta bioenergetica)
12.45 – 14,15 pausa pranzo
14.15 – 15,45  “Yoga del suono. Creare il vuoto per poter ricevere” con Serena Folco (insegnante yoga)
15.45 – 16 pausa
16 – 17,30  “Musicircus” con Daniele Ferrarazzo (musicoterapeuta)
17,30 – 19 programmazione corporea novembre 2017

 

Interventi

 

Lavorare col corpo e sul corpo

con
Marco Arscone
psicologo, psicoterapeuta, analista funzionale

Descrizione evento proposto
Nel laboratorio esperienziale verrà  presentata una prospettiva del lavoro psicocorporeo dal punto di vista dell’Analisi Funzionale di W. Davis, una metodologia caratterizzata dalla combinazione di tocco delicato e lavoro verbale mirati a ristabilire la coordinazione bioenergetica spontanea dell’€™organismo.

Presentazione del metodo corporeo
L’AF trae origine dalle teorie sull’€™energia vitale di Wilhelm Reich, ed Ú stato influenzato dalle tecniche di “Positional release” di L. Jones, dalla descrizione dei tessuti connettivi elaborata da I. Rolf, dal lavoro sul corpo del Radix di C. Kelley e dalla terapia della Gestalt di F. Perls. Si potrà  sperimentare una specifica tecnica di lavoro sul corpo: il Points and Positions, trattamento che utilizza il contatto diretto sul corpo con un leggero tocco su punti definiti e specifici posizionamenti del corpo per decontrarre gradualmente le aree di trattenimento mobilizzando l’energia vitale nell’organismo e consentendo una riorganizzazione di pensieri, emozioni e comportamenti

Presentazione del conduttore dell’intervento
Marco Arscone
psicologo, psicoterapeuta, analista funzionale.
Mi occupo di psicologia e psicoterapia corporea da oltre 10 anni. Psicoterapeuta della Gestalt Integrata, ho svolto il training in Analisi Funzionale con Will Davis. Utilizzo il lavoro corporeo nella pratica clinica e nella conduzione di gruppi.


Meditazione seduta: corpo, respiro, suoni, pensieri

con
Cinzia Termi
psicologa, psicoterapeuta, insegnante di yoga

Descrizione evento proposto
Si tratterà di una pratica meditativa, di circa 40 minuti, ispirata alla pratica meditativa Vipassana.
Dopo una breve presentazione dell’argomento(circa 20 minuti) si passerà ad una pratica meditativa seduta(circa 40 minuti), ispirata alla Vipassana.
Sperimentare come l’eplorazione di respiro e corpo, suoni e pensieri, dal punto di vista dell’osservatore e non del valutatore, propone alla mente una forte occasione di presa di coscienza nei confronti della sua attitudine naturale all’automatismo. Questa presa d’atto può essere foriera di cambiamento.
Seguirà uno spazio di 30 minuti di condivisione e dibattito.

Presentazione del metodo corporeo
Meditazione seduta, esplorazione del corpo del respiro dei suoni e del panorama mentale.
Riferimenti teorici: pratica di Vipassana (teoria della mente di tradizione buddhista) e mindfulness (J. Kabat Zinn)

Presentazione del conduttore dell’intervento
Cinzia Termi
psicologa, psicoterapeuta, insegnante di yoga
Fin dall’adolescenza, la mia storia è legata al desiderio di sperimentare il lavoro corporeo e le mille sfaccettature delle interazioni mente/corpo: questo mi ha portato ad avvicinarmi alle pratiche di yoga e meditazione, che pratico da circa venticinque anni, allo shiatsu  e all’approfondimento delle tecniche a mediazione corporea. Ho conseguito un diploma di insegnante di yoga  e uno di operatore shiatsu.
Attualmente svolgo principalmente la libera professione di psicologa clinica e psicoterapeuta.
Mi occupo di  percorsi di crescita personale, lavorando con gruppi  e singoli, utilizzando   rilassamento, visualizzazioni,  tecniche di respirazione, meditazione, shiatsu. Conduco regolarmente, da circa quindici anni, gruppi di yoga, meditazione e laboratori di consapevolezza corporea.


Counseling in acqua

con
Rossella Pisano
Counselor somatorelazionale IPSO, allenatrice di nuoto FIN, ideatrice del metodo Corpoacqueo

Descrizione laboratorio
L’incontro di presentazione del Counseling in acqua, sarà suddiviso in una parte teorica e una parte di visione di un breve video subacqueo.
Nella parte teorica si analizzeranno vari aspetti, da come nasce questa esperienza a come funziona nell’osservazione del corpo sedei modi acquatici in relazione ai tratti caratteriali di A. Lowen. Si potrà visionare il libro “Counseling in acqua” Padulazzi, Pisano, Erickson.

Presentazione del “metodo” corporeo
La caratteristica del metodo somatorelazione IPSO è quella di avvicinare l’approccio umanistico di Carl Rogers con le conoscenze dell’Analisi Bioenergetica e delle neuroscienze. Il counselor così è in grado di comprendere sia il linguaggio corporeo che quello verbale che espressione dello stato emozionale del cliente per una relazione completa ed efficace.
La particolarità del counseling in acqua è quella che il counselor e il suo cliente hanno la possibilità di sperimentare in due setting diversi, lo studio e l’acqua.
Qui il corpo entra in acqua e viene osservato nella sua struttura, nel suo movimento, nella sua espressività, grazie anche alle modificazioni fisiologiche di un corpo immerso, un processo di cambiamento. L’acqua così diventa parte della relazione.

Presentazione del conduttore dell’intervento
Rossella Pisano
Counselor somatorelazionale IPSO, allenatrice di nuoto FIN, ideatrice del metodo Corporcqueo. Lavora in studio e in piscina a Savona e a Genova. Tiene da molti anni seminari Corpoacqueo in acqua e su tematiche scelte. Lavora con i neonati in acqua e le loro famiglie. Tiene corsi di formazione per operatori acquatici.


Consapevolezza nel corpo cosciente in ascolto del suo manifestarsi

con Mara Altamura
osteopata

Descrizione laboratorio
Percorso esperienziale, dove concedere al corpo di manifestarsi liberando le tensioni che la mente incosciente ha concretizzato sui tessuti muscolari, viscerali, articolari. Esperienza nel proprio corpo ed esperienza, attraverso il con-tatto sul corpo del paziente: in accoglienza di quanto i tessuti vivi manifestano e nell’attesa guidata di un cambiamento verso una Salute superiore.

Presentazione del “metodo” corporeo
La proposta operativa si avvale della guida dell’osteopata che propone un individuale esperienza attraverso la guida alla percezione del proprio corpo e del corpo del paziente attraverso il contatto delicato e dedicato ad ascoltare i tessuti. Nel corpo risiede una Salute, che si esprime se la osserviamo senza interferire (W.G. Sutherland – “Insegnamenti nella Scienza Osteopatica“).

Presentazione del conduttore dell’intervento
Mara Altamura
2014-2016: dal I al V livello “Biodinamica” – BIODO ITALIA (Savona)
2014: IV livello post graduate: “somatoemozionale”, relatore J. D. Moll D.O.
2012-13: post-graduate. “somatoemozionale: la ronda delle emozioni in osteopatia” tenutosi a Roma presso la CROMON dal D.O. J. D. Moll
2013: conseguimento D.O.presso SOMA di Milano
1996: conseguimento diploma ISEF


Verso una comunione del movimento tra terra e cielo

con
Anna Dego, attrice-danzatrice
Chiara Giudici, psicologa psicoterapeuta bioenergetica
Cristina Radif, psicologa psicoterapeuta bioenergetica

Descrizione laboratorio
Fusione del lavoro sulla ricerca della propria danza attraverso lo strumento della Tarantella con il lavoro della Classe di Esercizi Bioenergetici. Per raccontarvi  il lavoro che possiamo proporvi vi invitiamo a pensare all’immagine degli ulivi che crescono anche con tronchi storti, quasi paralleli alla terra, che superano cancellate integrandole nel proprio tronco e riparano ferite formando nodi, che in altre parole utilizzano la propria energia vitale per integrarsi col proprio ambiente, arrivando a creare ciò che dall’esterno appare come un miracolo della natura, perfetto nella sua imperfezione.

Presentazione del “metodo” corporeo
Attraverso proposte di lavoro corporeo strutturate che utilizzano l’osservazione del sentire, il respiro, il movimento spontaneo e/o guidato e la voce proponiamo un’esperienza che mira all’ascolto di Sé per entrare in contatto con le sensazioni corporee e con il movimento nascosto dietro a queste. La direzione è recuperare una coscienza corporea, risvegliando il movimento spontaneo in modo da avere accesso alla dimensione espressiva e armonica del nostro stare e muoverci nel mondo. Nonché lavorare  ad una coscienza relazionale che faciliti l’integrazione tra mondo interno e mondo esterno, tra Sé e l’Altro.

Presentazione dei conduttori
Anna Dego
Attrice-danzatrice con un lavoro analitico personale alle spalle. Sono diplomata alla scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova, dopo diversi anni ho virato verso la danza contemporanea, iniziando una ricerca personale. Ho presentato spettacoli e alternato l’attività performativa con quella didattica..
Lavoro al progetto il cui fulcro è il mondo legato alla Tarantella, danza di guarigione che se da una parte valorizza e promuove la socializzazione legata allo scambio ed al confronto, dall’altra affronta e agisce i conflitti attraverso la musica e la danza.

Chiara Giudici
Psicologa psicoterapeuta bioenergetica. Amo le contaminazioni e l’integrazione tra mondi differenti. Attualmente sto lavorando sull’uso della voce come strumento per radicarsi e sulla connessione tra questo e il movimento sottile e profondo radicato nel corpo. Sto investendo energie e studio sul trattamento delle persone traumatizzate.

Cristina Radif
Psicologa psicoterapeuta bioenergetica. Ho incontrato il lavoro corporeo in terapia dopo un cammino di esperienza psicoanalitica classica di diversi anni. Affascinata dall’efficacia del corpo come strumento di analisi di sé e sede di conoscenza dell’inconscio e dei nostri ricordi, ho deciso di intraprendere un percorso di formazione in analisi bioenergetica.
L’apertura, la conoscenza e l’integrazione dei diversi approcci ritengo siano i punti di forza di un terapeuta e, prima ancora, di un essere umano che tende alla felicità e alla realizzazione di sé.


Yoga del suono. Creare il vuoto per poter ricevere

con Serena Folco
insegnante yoga
Descrizione laboratorio
Lo yoga del suono fonde i mantra, il corpo, la voce e l’energia per raggiungere lo stato di meditazione. Con la parola meditazione lo yoga si riferisce ad uno stato trascendente nel quale la mente si ferma e l’ego svanisce. 
Prima di vivere -forse- questo stato (al quale non è ci è dato accedere con la volontà, ma al contrario solo con il completo abbandono) lo yoga del suono attraverso svariate tecniche volontarie conduce il praticante lungo 6 stadi di purificazione/decondizionamento l’ultimo dei quali è la concentrazione mentale.

Presentazione del “metodo” corporeo
Prima si prende contatto con l’apparato fonatorio e la propria voce. Poi ci si radica. Poi si apre il corpo, la mente e la gola attraverso respiro, tecniche corporee di derivazione yogica e taoista ed emissioni di suoni. Queste fasi “preparatorie” sono praticate sdraiati seduti o in piedi. Le ultime fasi invece  sono praticate esclusivamente seduti perché attraverso il respiro, i gesti e i suoni si porta il corpo a rimanere immobile e ricettivo e la mente a entrare nel canto delle sillabe dei mantra senza condizionamenti.


Presentazione del conduttore dell’intervento
Serena Folco
insegnante yoga
Mi laureo in Scienze Politiche ma in seguito ad un aneurisma cerebrale l’incontro con il mio primo maestro, Swami Joyhtimayananda, mi fa cambiare strada. Mi diplomo operatore ayurvedico, insegnante yoga e yoga terapista dopo 9 anni di studi e viaggi accanto al maestro.
Insegno yoga tradizionale in classi di adulti da più di dieci anni e da l’anno scorso mi cimento con lo yoga del suono dopo averlo appreso quasi per osmosi dal suo ideatore Patrick Torre, sono infatti da più di 7 anni la traduttrice dei suoi seminari in Italia.
Da alcuni anni seguo i corsi della R.Y.E (ricerche yoga educazione) per portare lo yoga nelle scuole, progetto che sto seguendo con altalenanti risultati.
Vivo con la mia famiglia in una casa nel bosco, che a parte la connessione internet altalenante è una condizione privilegiata per ricercare l’equilibrio.


Musicircus

con Daniele Ferrarazzo
musicoterapeuta

Descrizione evento proposto
“ Musicircus costituisce nel percorso di J. Cage un’opera chiave, ovvero la svolta sociale che sposta il focus dell’estetica inclusiva dai suoni agli individui, dal cerchio dell’universo sonoro a quello della societa’ umana..”.
Musicircus è concepito come un dispositivo musicale psicopedagogico nato dal lavoro con soggetti appartenenti allo spettro autistico. Presentato in forma di breve workshop, “circus”, lo spazio ideale interno al cerchio, l’area sperimentale ove si concretizza ed agisce il processo ed il “ cerchio “, lo spazio connotato come figura geometrica, il perimetro che contiene e da forma  al flusso trasformativo prodotto dal processo.
Music, l’elemento sonoro/musicale, rappresenta l’oggetto attivo che genera, mantiene e trasforma il processo all’interno del gruppo.

Presentazione del conduttore dell’intervento
Musicoterapista, lavora presso diversi centri di riabilitazione di Genova come musicoterapista.
Daniele Ferrarazzo e’ nato a Serravalle S., Alessandria, nel 1969.
Attualmente vive e lavora tra Genova, Milano e Sorli (Alessandria ).
Formatosi al D.A.M.S. di Bologna, dove ha studiato arti visive, fotografia, musica teatro e video, ne ha approfondito successivamente l’aspetto antropologico, sviluppandone le tecniche espressive in una ricerca orientata verso le forme tradizionali e rituali ed il loro divenire contmporaneo ( spazi urbani, fabbriche, ecc. ).
Artista, performer, regista e musicoterapista lavora con soggetti disabili ed insegna educazione all’immaginazione nelle scuole.

 

 

 


Call for proposal Corporea 2017

 

Comitato organizzativo di Corporea:
Marco Arscone
Mariacamilla Barabino
Valentina Bracco
Saverio Casassa
Chiara Giudici
Sabrina Ravazza
Cinzia Termi

 

per maggiori informazioni su Corporea scrivi a:
redazione@psicologiainliguria.it
tel. 3492802377

Psicologia in Liguria - tel. 3492802377 - redazione@psicologiainliguria.it